Appunti da Woodcoop, l’assemblea nazionale di Generazioni Legacoop PDF Stampa E-mail
di Rossana Damone, coordinatrice Generazioni Basilicata   
giovedì 05 dicembre 2019
ImagePolitica, economia, innovazione, agricoltura sociale, cooperative di comunità. E, soprattutto, cooperazione. Questi i temi di cui si è parlato a Woodcoop, l’assemblea nazionale di Generazioni Legacoop che si è tenuta il 22 novembre a Roma e che ha visto la riconferma di Katia De Luca come coordinatrice nazionale.

Sala gremita, quella del Nuovo Cinema Aquila, uno spazio sottratto alla criminalità organizzata e adesso gestito da una cooperativa, con molti giovani cooperatori a confronto. Sono stati tanti gli interventi per raccontare esperienze, portare testimonianze e contributi. Particolarmente interessanti gli interventi sulla banca della terra, un’iniziativa nazionale Anci, e sulle cooperative di comunità. Sì, proprio le cooperative di comunità sono la possibilità di offrire al territorio una prospettiva per combattere lo spopolamento, che affligge soprattutto i piccoli centri. Ne è un esempio la cooperativa campana " Tralci di vite", che attraverso l'agricoltura coesiva e l’inclusione di soggetti che arrivano da altri mondi sta trasformando i terreni in laboratori, attraverso tirocini formativi, attivando così una vasta rete territoriale. Particolare importanza assume anche il bando "culturability", che promuove la nascita di nuove cooperative in ambito culturale. La cultura: altra risposta forte ai bisogni di una comunità. Durante una discussione è emersa la necessità di creare un’app per mappare le cooperative presenti in Italia, classificandole per settore e territorio, in modo da consentire in tempo reale di conoscere l'offerta presente in determinati ambiti e luoghi. L'intervento della coordinatrice nazionale delle pari opportunità, Annalisa Casino, ha invece posto l'accento sulla disparità di stipendio tra giovani e i meno giovani. La sua citazione del libro “Non è un paese per mamme” ben rappresenta, a mio avviso, lo spirito dell’assemblema: "Il futuro non invecchia quando le persone fanno un passo indietro per dare posto ai giovani". , frase che sancisce lo spirito dell'assemblea . Momento importante durante l'intervento di Alba Cuco, attiva nella rete europea dei giovani cooperatori, in Italia si evince un desiderio forte di appartenenza che ci contraddistingue, così come la passione di cooperazione.

Image Eravamo tre lucani presenti. Da questa esperienza molto interessante e stimolante abbiamo avuto l'opportunità di rapportarci e conoscere altre realtà regionali. C’è voglia di fare, di lasciare un’impronta attraverso il grande senso di cooperazione che ci abbraccia tutti. Solo unendo le forze la nostra generazione potrà lasciare un segno ben definito nel tempo, aiutando le prossime a credere nei principi e nei valori che caratterizzano questo modello di fare impresa. Oltre alla coordinatrice Katia De Luca, l’esecutivo eletto è composto da Roberta Pietrobono (Coop. Eticae, Lazio), Davide Battini (Legacoop Estense), Giulia Casarini (Coop. Cadiai, Bologna), Chiara Antognozzi (Coop. di comunità dei Sibillini, Marche), Alba Quku (Coop. Tatabox, Liguria), Alessio Perniciano (Coop. CAF, Toscana), con la conferma di Riccardo Verrocchi (Coop. Horizon Service, Abruzzo). Ha concluso l’iniziativa il presidente nazionale di Legacoop, Mauro Lusetti.

 
Advertisement
 

Eventi

« < Aprile 2020 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
Nessun evento
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
 
Advertisement
Advertisement
Advertisement