Mettiamoci in gioco, anche in Basilicata la campagna contro i rischi del gioco d'azzardo PDF Stampa E-mail
di Ufficio stampa   
martedì 03 maggio 2016
ImageHa preso ufficialmente il via anche in Basilicata “Mettiamoci in gioco”, la campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo. L’iniziativa, nata per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulle reali caratteristiche del gioco d’azzardo in Italia e sulle sue conseguenze sociali, sanitarie ed economiche, vuole catalizzare l’impegno dei tanti soggetti che, a livello locale e nazionale, si mobilitano per gli stessi fini. A tenere a battesimo la partenza della campagna in regione, il 27 aprile a Potenza presso la sede di Legacoop Basilicata, il portavoce nazionale don Armando Zappolini, che ne ha illustrato l’articolazione e gli obiettivi.

«In Italia, in media, ogni cittadino dissipa quasi 1.600 euro all’anno nel gioco d’azzardo: il nostro Paese è il primo in Europa e il terzo al mondo», ha sottolineato. «Occorre porre rimedio a una situazione così grave, che oltre ai giocatori patologici già vittime dirette coinvolge tutte e tre le fasce generazionali e le espone a un forte rischio di dipendenza».
Mettiamoci in gioco, dal 2012, organizza continue iniziative di sensibilizzazione e azioni in tutta Italia e chiede, tra l’altro, di dare ai sindaci un reale potere di controllo sul fenomeno nel proprio territorio, di ridurre l’alta variabilità nella tassazione sui diversi giochi incrementando le entrate dello stato, di garantire le risorse necessarie al finanziamento delle azioni di prevenzione, assistenza, cura e ricerca del gioco patologico, di proibire la pubblicità che riguarda il gioco d’azzardo. «Un primo passo nella direzione giusta è stato fatto con la legge di Stabilità, che vieta dalle ore 7 alle 22 gli spot nelle tv e nelle radio generaliste – ha aggiunto don Armando – ma ancora tanto si può e si deve fare: occorre arrivare presto a una legge quadro per il settore, di cui già esiste una proposta approvata in Commissione affari sociali che però fatica a entrare in Parlamento». Erano presenti e parteciperanno attiveranno alla campagna: Ada Basilicata, Cooperativa Sociale Iskra, Legacoop Basilicata, Associazione Famiglie Fuori Gioco, Aiart Basilicata, Comune di Potenza, Comune di Balvano, Uil Pensionati Basilicata, SerD di Potenza, Associazione pariMpari, Centro Turistico Acli Potenza, Lega Consumatori Basilicata, Got Bernalda, Acli Terra, Centro Turistico Acli Metapontum, Asd Scacchimath, Associazione OmniaMentis, Csv Basilicata, Smdr Calciano, Legambiente Basilicata, Centro Salesiano, Cnca Lucano, Arci Basilicata, Associazione Insieme, Auser Basilicata, CoReLAND, Associazione Arco . «Ma l’iniziativa è un treno in corsa su cui possono salire, in qualsiasi momento, tutti coloro che ne condividono lo spirito e vogliono apportare un contributo», ha sottolineato il portavoce.
Nel prossimo incontro, che si terrà sempre a Potenza il prossimo 16 maggio, verrà formalmente costituito il coordinamento regionale della campagna “Mettiamoci in gioco”.
 
Advertisement
 

Eventi

« < Novembre 2017 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
venerdì, 24 novembre 2017
ore 15:30 - 18:00
Incontro donne Legacoop Basilicata

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
 
Advertisement
Advertisement
Advertisement