L'esperienza dell’accoglienza in Val d’Agri: i percorsi di integrazione con i ragazzi stranieri PDF Stampa E-mail
di Ufficio stampa   
venerdì 19 dicembre 2014
ImageL'importanza di un supporto qualificato nell’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, per aiutarli in un percorso di crescita e progettualità individuale, e di uno educativo, per evitare fughe dai servizi ospitanti. L'attivazione e il sostegno di processi di resilienza delle comunità locali per favorire percorsi sostenibili di accoglienza. Sono questi alcuni dei temi trattati nell'incontro pubblico “L'esperienza dell’accoglienza in Val d’Agri: i percorsi di integrazione con i ragazzi stranieri” tenutosi il 12 dicembre a Paterno (Pz), in cui sono state illustrate le attività del centro collettivo “La Casa dei colori”, a titolarità del Comune e gestito dalla cooperativa sociale Iskra, aderente a Legacoop Basilicata.

La Casa dei colori ospita giovani immigrati per supportarli – tramite il lavoro costante di una dozzina di operatori tra psicologi, educatori, animatori, consulenti legali e mediatori culturali – durante il periodo di istruttoria per la richiesta di asilo politico. L'esperienza, innovativa per il territorio lucano, è subito diventata un esempio virtuoso da seguire, come hanno testimoniato i giovani ospiti che sono intervenuti per raccontare la realtà che li ha accolti: oggi frequentano il coro della parrocchia locale, svolgono regolarmente attività sportive, frequentano attività scolastiche e corsi di formazione professionale, svolgono attività agricole, partecipano ad attività di animazione e corsi musicali. È dimostrato, infatti, come le azioni improntate alla creazione di un tessuto sociale integrato contribuiscano alla costruzione di ponti interculturali e di comunità accoglienti. Al convegno sono intervenuti, oltre al sindaco di Paterno Michele Grieco e ad altri primi cittadini dei comuni limitrofi, l’assessore comunale alle politiche sociali Domenica Laterza, il presidente della cooperativa Iskra Umberto Sessa, lo psicologo dei servizi sociali Giovanni Razza, il presidente regionale di Legacoop e dell'Alleanza delle Cooperative Paolo Laguardia. Laguardia ha elogiato la maturità della comunità di Paterno e le attività della cooperativa Iskra “che, in un periodo in cui la cooperazione sociale vive un attacco a seguito di comportamenti illegali contro i quali Legacoop si costituirà parte civile, manda un messaggio chiaro: è questa la vera cooperazione, sono questi i veri cooperatori, sempre al fianco, con passione e volontà, di chi ha bisogno”. “Insieme dobbiamo innescare un meccanismo virtuoso per combattere i luoghi comuni”, ha dichiarato il viceministro dell'Interno, Filippo Bubbico, che ha chiuso l'iniziativa – perché attraverso l'apertura, l'integrazione, l'accoglienza e il confronto si cresce, si superano i momenti di crisi”. “Oggi fare il cooperatore è complicato”, ha concluso il viceministro. “Occorre agire controvento per sconfiggere le strumentalizzazioni che possono innescarsi in seguito ai fatti di Roma: i cooperatori devono lavorare ancora di più per recuperare quella dignità che spetta loro per lo sforzo che fanno quotidianamente”.
 
Advertisement
 

Eventi

« < Luglio 2018 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Nessun evento
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altre notizie